Per tutta la notte la terra ha continuato a tremare, alle 6 e 28 lo spostamento più violento di magnitudo 4.8. 207 persone hanno perso la vita ad Amatrice, 49 ad Arquata e 11 ad Accumoli.

La terra continua a tremare nelle zone già distrutte dal terremoto, mentre deve essere nuovamente aggiornato il numero provvisorio di morti, che sale a 267. Questa mattina alle 6 e 28 una violenta scossa di magnitudo 4.8 ha colpito Amatrice, nel Rietino, provocando nuovi crolli. Proprio Amatrice è il paese che ha pagato il più alto costo di vite umane: delle 267 vittime, fa sapere la Protezione Civile, 207 persone sono morte ad Amatrice, 49 adArquata e 11 ad Accumoli.